Bilancio consolidato

Il bilancio consolidato è il documento consuntivo di esercizio finalizzato a rappresentare la situazione economica, patrimoniale e finanziaria del gruppo pubblico locale; il soggetto al vertice è rappresentato dall’Ente Locale capogruppo mentre gli altri soggetti corrispondono agli organismi controllati o partecipati dall’Ente Locale, su cui quest’ultimo esercita un potere di influenza o di controllo significativo, secondo le definizioni riportate nei riferimenti normativi richiamati successivamente.
GE.MO.P predispone le modalità per le quali è possibile redigere il documento attraverso le seguenti fasi:
  1. Stabilire il perimetro del consolidamento del Gruppo Ente Locale con l’individuazione dei soggetti che saranno consolidati;
  2. Adeguamento dei bilanci riclassificandoli con il piano dei conti dell’armonizzazione contabile;
  3. Uniformare i bilanci con unico criterio di valutazione temporale, formale, sostanziale delle poste contabili;
  4. Individuazione e conseguente eliminazione delle poste economiche patrimoniali infra-gruppo;
  5. Formazione del Bilancio consolidato e dei relativi allegati.

Riepilogo Adempimenti

Questo modulo permette all’Ente che esercita il controllo Analogo, di controllare le scadenze per ottemperare gli adempimenti previsti e sollecitare eventualmente così le società che ancora non hanno effettuato il caricamento dei dati richiesti.

Statistiche

Questa funzionalità, disponibile a breve, permetterà la creazione di statistiche che potranno inoltre essere incrociate con altri software in uso presso altri Enti, parametrizzando ad hoc i relativi database.

Anagrafica (Default)

Il modulo anagrafica permette di creare un repository ordinato di dati utili con tutte le informazioni concernenti ogni singola società controllata.
La scheda Dati Generali permette di inserire informazioni quali: la data di costituzione, partita iva, capitale sociale, statuto, ecc..
Molte di questi informazioni possono essere inserite semplicemente facendo un link ad un documento word, excel, pdf o di altra natura, caricandolo sul sistema.
Avere la documentazione ordinata e regolamentata in un unico ambiente, ne facilita il reperimento e la consultazione da parte degli utenti.

Elaborazioni

In questa sezione è possibile visualizzare i dati inseriti nelle sezioni precedentemente descritte (dati Economici, dati Patrimoniali e dati di Flusso) e verificare, attraverso indici economico-finanziari, la solidità della Società.
Tra i vari indicatori a disposizione vi sono:
  • gli indici di redditività, che permettono di osservare la capacità di un’impresa di creare e mantenere un determinato livello di liquidità da destinare ai soci o alla crescita interna.
  • gli indici di liquidità, che permettono l’analisi della liquidità e consentono di verificare se l’azienda sia in grado di far fronte ai propri impegni. Dalla riclassificazione dello stato patrimoniale secondo il criterio finanziario è possibile esaminare in primo luogo tre indicatori di situazione finanziaria che evidenziano la struttura del capitale d’impresa: il margine di tesoreria, il capitale circolante netto, il margine di struttura.
  • gli indici di solidità patrimoniale, che consentono di misurare la solvibilità dell’azienda.
Ogni indice può essere analizzato sul complesso degli obiettivi aziendali oppure su un singolo obiettivo. Gli indici di bilancio sono customizzabili attraverso opportune analisi “ad hoc” effettuate in accordo con l’Ente che utilizzerà l’applicativo 

Piano Industriale

Il modulo, qualora attivato, permette di generare una serie di box testuali sulle voci inerenti il piano industriale standard che un azienda (in questo caso la società partecipata dell’Ente) può compilare. I campi Box sono sequenziali e permettono, una volta valorizzati, di poter generare un documento in PDF (sovrascrivibile) suddiviso in sezioni e impaginato secondo l’ordine prescelto.

Controllo Analogo e gestione economico finanziaria.

Nel modulo di Gestione Finanziaria le Società controllate notificano all’Ente il proprio conto economico e lo stato patrimonale (previsionale e a consuntivo), attraverso delle importazioni excel facilitate dalla presenza di file pilota. L’utente viene guidato nelle fasi di caricamento, secondo finestre temporali stabilite dall’Ente. Le temporizzazioni definiscono i termini entro i quali le Società controllate dovranno effettuare il caricamento per la rendicontazione. Oltre ai dati puramente economico-finanziari, si possono prevedere indicatori di qualità predisposti dall’ Ente. Gli indicatori possono essere di tipo domanda/risposta o formule che stabiliscono soglie minime per il raggiungimento degli obbiettivi qualitativi.

Riconciliazione

Il modulo di Riconciliazione crediti/debiti tra Enti Locali e Società partecipate, (Comuni e Province) obbligate alla conciliazione finanziaria sono tenute ad allegare, permette di generare una nota informativa e di allegarla al rendiconto annuale della gestione. La nota conterrà la verifica dei reciproci rapporti di debito e credito intercorrenti con le proprie Società partecipate, a prescindere dalla misura della partecipazione detenuta.
Questa Nota, asseverata dagli Organi di revisione dell’Ente Locale, dovrà inoltre analiticamente evidenziare, dandone adeguata motivazione, eventuali discordanze, per le quali dovranno essere adottati senza indugio i provvedimenti necessari ai fini della riconciliazione delle partite debitorie e creditorie.  

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi